Colorado: Old Train Running

Quote a partire da
2.490,00 €

L’ itinerario fly & drive proposto, sicuramente indicato per appassionati di treni ma adatto a qualunque tipo di viaggiatore, in particolare anche famiglie con bambini, cerca di coniugare l’ esperienza a bordo dei treni storici con le attrazioni naturalistiche più importanti dello Stato, partendo dalla bellissima e coinvolgente città di DENVER.

  • Attenzione: la presente scheda rappresenta un’idea e non un’offerta di viaggio.
La quota riportata, se non diversamente specificato, si riferisce a sistemazione su base doppia ed è soggetta a possibili variazioni a seconda della disponibilità e del periodo desiderato. Attenzione: la presente scheda rappresenta un’idea e non un’offerta di viaggio. La quota riportata, se non diversamente specificato, si riferisce a sistemazione su base doppia ed è soggetta a possibili variazioni a seconda della disponibilità e del periodo desiderato.
  • Trattandosi di quota “a partire da”, è puramente indicativa del prezzo più basso riportato da catalogo e non necessariamente riferita ad un periodo indicato utilizzando i filtri di ricerca.
Per una quotazione aggiornata vi preghiamo di contattarci usando il form sotto riportato. Trattandosi di quota “a partire da”, è puramente indicativa del prezzo più basso riportato da catalogo e non necessariamente riferita ad un periodo indicato utilizzando i filtri di ricerca. Per una quotazione aggiornata vi preghiamo di contattarci usando il form sotto riportato.
Il COLORADO è uno Stato straordinario, attraversato completamente dalle Rocky Mountains nella sua parte occidentale e ricco di scenari spettacolari che passano dalle decine di vette sopra i 4000 metri, ai canyon di arenaria , alle gigantesche dune di sabbia o alle sterminate praterie. Ma è anche uno Stato che ha giocato un ruolo da protagonista nella storia degli Stati Uniti e lo ha fatto attraverso la ferrovia che, proprio in Colorado, ha vissuto il suo momento di massimo splendore nella seconda metà dell’ 800, dando vita a linee ferroviarie divenute leggendarie e che hanno contribuito alla conquista dell’ “American West”.  Alcune  di  queste “historic railroad” sono ancora attive  e trasportano i turisti lungo percorsi mozzafiato, inaccessibili con qualunque altro mezzo.

GIORNO 1 :  DENVER

Arrivo al DENVER INTERNATIONAL AIRPORT con volo di linea dall’ Italia via hub europeo;  trasferimento in città tramite“A LINE COMMUTER TRAIN”  , treno che direttamente dal terminal dell’ aeroporto arriva, in 37 minuti e al modesto costo di 10,50 $, nella centralissima UNION STATION di Denver da cui si raggiunge in pochi minuti di taxi qualsiasi hotel nel downtown cittadino (anche a piedi nella maggior parte dei casi).

Soggiorno di 3 NOTTI, solo pernottamento, presso THE CRAWFORD HOTEL , direttamente all’ interno della storica Union Station, nella categoria camere “Pullman Guest Room” che richiamano in ogni dettaglio le storiche vetture ferroviarie (“Pullman”) del XIX secolo, garantendo al contempo il più alto standard di comfort e moderni accessori. 

Tempo libero per la cena e pernottamento.

GIORNO 2 :  DENVER 

Intera giornata dedicata alla scoperta di DENVER, città giovane (l’ età media dei suoi abitanti si aggira intorno ai 30 anni) e a misura d’ uomo che ha moltissimo da offrire. Attrazioni culturali come l’ imperdibile il DENVER ART MUSEUM con opere importanti di ogni epoca e corrente artistica e un’ impareggiabile collezione di arte western e manufatti dei nativi americani, o il singolare KIRKLAND MUSEUM OF FINE & DECORATIVE ART oppure l’ HISTORY COLORADO CENTERper chi volesse una panoramica storica completa sullo stato del Colorado, dalla sua fondazione ai giorni nostri. Ci sono poi quartieri emergenti come il RINO ART DISTRICTche offre al visitatore esempi straordinari di “street art” e cafè e locali per trascorrere una piacevole serata; imperdibile lo shopping lungo la 16th STREET MALL,in particolare visitando il DENVER PAVILLON o presso il leggendario negozio western ROCKMOUNT RANCH WEARche ha vestito star della musica e del cinema da oramai oltre 70 anni. Infine è impossibile non godersi un’ eccellente serata scegliendo tra decine di ristoranti delle più disparate cucine locali (impareggiabile la “tex-mex”)  e internazionali e concludendo con ampia scelta di bar e club distribuiti ovunque in città, non solo nella suggestiva e già citata Larimer Square. 

Cena e pernottamento.

SUGGERIMENTO PER LA SERA - Elenco completo dei PRINCIPALI RISTORANTI e LOCALIdi Denver ;  nota a parte merita la scena dei BIRRIFICI ARTIGIANALI che fanno di Denver la capitale americana della birra.

SUGGERIMENTO PER LA SERA - Per la prima cena in città è consigliato approfittare della vicina LARIMER SQUARE, la parte storica della città con vecchi edifici bassi a mattoni  perfettamente restaurati e trasformati in negozi, boutique, ristoranti e bar attrezzati con dehors durante la bella stagione. Luogo ideale in cui passare una piacevole serata.

 

GIORNO 3 :  DENVER- GOLDEN - DENVER ,  32 miglia / 40 minuti totali di guida 

In mattinata ritiro  dell’ auto a noleggio, categoria intermedia con km illimitati, assicurazioni platinum e GPS (presso uno degli uffici cittadini di Hertz) che servirà per raggiungere le località vicine a Denver previste nel programma delle visite del giorno.

Per entrare nella tematica “ferroviaria” del viaggio si comincia con la visita del

FORNEY MUSEUM OF TRASPORTATION, uno dei musei dedicato ai mezzi di locomozione più importante degli Stati Uniti, con eccellente raccolta di pezzi tra cui spiccano una “Big Boy”, locomotiva a vapore della Union Pacific di fine ‘800 , vetture passeggeri iconiche e locomotive di inizio ‘900 che hanno fatto la storia dei trasporti su rotaia negli USA. Terminata la visita si raggiunge in auto la vicina GOLDEN, sole 15 miglia / mezz’ ora di guida da Denver, seguendo prima la Interstate I-70 e poi la Statale 58 (Golden Freeway) direzione West; qui, oltre che godere della storica e suggestiva atmosfera di questa cittadina, si farà visita al COLORADO RAILROAD MUSEUM ,vastissima area espositiva che include un tracciato ferroviario funzionante che occupa circa 60.000 mq; sono esposte più di 100 fra vetture e locomotive storiche e naturalmente c’ è museo che ospita, oltre ad oggetti e memorabilia legate alla storia ferroviaria americana, anche un imponente plastico scala “H0” che occupa un intero piano dell’ edificio. Si conclude il pomeriggio a Golden e il nostro suggerimento è anche quello di trascorrere qui la serata e relativa cena presso il BUFFALO ROSE SALOON,un “gastropub” (cosi amano definirlo i proprietari…) che è una pietra miliare di Golden, in attività dal 1859, completamente restaurato di recente, offre ottima cucina americana, decine di birre locali del Colorado oltre le classiche birre nazionali e musica dal vivo.

Rientro nella vicina Denver e pernottamento.

GIORNO 4 :  DENVER - GEORGETOWN - LEADVILLE ,  102  miglia / 2h  totali  circa di guida 

In mattinata partenza in auto alla volta di GEORGETOWN che si raggiunge in meno di 1h seguendo la Interstate I-70.  Altro gioiello nascosto del Colorado, questa cittadina mineraria risalente al 1859 ospita la GEORGETOWN LOOP RAILROAD, ferrovia storica a “scartamento ridotto” (“narrow gauge”, riferendosi distanza ridotta  fra i binari che caratterizza gran parte delle ferrovie storiche americane) che serviva, nel 1884 e per diversi anni a venire, le città minerarie della regione. Adesso è un’attrazione turistica importante del Colorado e trasporta i visitatori in un “loop” ferroviario che collega le cittadine di Silver Plume e Devil’s Gate (si può salire e ripartire indifferentemente in una delle due stazioni) a bordo di locomotive e vetture storiche di fine ‘800. La durata dell’itinerario è complessivamente di 1h e 15’ minuti, su 3 classi diverse di servizio (coach class completamente aperte, Parlor , su vetture storiche chiuse e la Presidential/ Waldorf car , sempre interamente chiusa e la più storica e suggestiva) e volendo può includere anche la visita di una delle vecchie miniere di argento di Lebanon o di Everett , durata circa 30 minuti. Il treno opera più volte al giorno da fine Aprile a fine Settembre con l’orario più ampio da fine Maggio a fine Agosto e con corse che iniziano alle 10:00 di mattina. Il percorso è assolutamente suggestivo, all’ interno dello spettacolare scenario delle Rocky Mountains. Terminata l’esperienza del Georgetown Loop Railroad si prosegue sempre lungo la I-70 e poi sulla Statale 91 South che conduce dritti aLEADVILLE, altra città mineraria dell’ era vittoriana che raggiunse il massimo splendore ,grazie ai vicini giacimenti di oro e argento, alla fine dell’ ‘800.  Si suggerisce la visita del suo interessante museo 

(in realtà distribuito in 8 differenti musei all’ interno di edifici storici visitabili con un unico “pass”) che ripercorre l’ interessante epopea di questa cittadina.

Soggiorno di 1 NOTTE pressoTHE HISTORIC DELAWARE HOTEL albergo storico fondato nel 1886 e che mantiene inalterato il suo fascino da “Old Wild West”. Solo pernottamento.

Per la cena suggerito TREELINE KITCHEN, locale giovane in pieno downtown con cucina americana rielaborata, ingredienti rigorosamente a km 0.

GIORNO 5 :  LEADVILLE – CANYON CITY,  120  miglia /  2h e 10’  circa di guida 

In mattinata suggerita la colazione da GOLDEN BURRO CAFE & LOUNGE, una vera icona cittadina con i migliori piatti della classica “american breakfast”.

Appuntamento poi con la LEADVILLE RAILROAD, tracciato ferroviario storico di fine ‘800 che si sviluppa lungo il corso la Arkansas River Valley godendo del panorama di due delle montagne più alte del Colorado come il Mount Massive e il Mount Elbert, entrambi sopra i 4000 metri. Il treno opera regolarmente da fine Maggio a inizio Ottobre ma il periodo migliore è sicuramente la piena estate, data anche l’ altitudine del tracciato, da metà Giugno a metà Agosto, in cui ci sono 2 corse giornaliere: alle 10:00 e alle 14:00. La durata del percorso è di 2 h e 30’ a/r. Ci sono sia vetture chiuse che completamente scoperte per godere al meglio del panorama; non esistono classi differenziate di servizio.

Terminata l’escursione si prosegue in auto lungo la US HIGHWAY 24 South fino a Johnson Village , poi lungo la Highway 24 East e infine seguendo la Statale 9 South direzione Canyon City. Sosta poco fuori della città per la visita del ROYAL GORGE BRIDGE & PARK, un tempo il ponte sospeso più alto del mondo, completato nel 1929, ancor oggi il ponte sospeso più alto d’ America, 291 metri sopra il fiume Arkansas. Si accede al ponte , che è aperto in estate dalle 8:00 di mattina alle 19:00, pagando un biglietto di 25 $ a persona che consente la passeggiata su tutta la sua lunghezza, 384 metri. Esperienza straordinaria e, per i più temerari, c’ è anche una zip-line che percorre l’ intero canyon, il Royal Gorge appunto.

Terminata la visita si arriva alla vicina Canyon City; sistemazione 1 NOTTE , solo pernottamento, presso BEST WESTERN CANYON CITY.

Tempo libero, cena e pernottamento.

GIORNO 6 :  CANYON CITY – ALAMOSA ,  140  miglia /  2h e 30’  circa di guida 

In mattinata sarà la volta di percorrere un altro spettacolare tracciato ferroviario storico, il ROYAL GORGE ROUTE RAILROAD, che risale ai primi anni ’70 del 1800, e ovviamente la sua costruzione fu voluta per il trasporto di merci e persone lungo la valle del fiume Arkansas per raggiungere le varie cittadine minerarie della zona. E fu una costruzione con non poche contese tra  la potente Denver-Rio Grande & Santa Fe Railroad  e la più piccola D&RG Company che però la spuntò nei tribunali (e non solo…all’epoca fu chiamata “Royal Gorge War” con anche delle vittime…) . La ferrovia fu completata inizialmente su Leadville e infine raggiunse Salida nel 1880.  La storia di questo epico , breve tracciato ferroviario, costruito a ridosso delle pareti del canyon, si intreccia negli anni con le sorti generali del trasporto ferroviario negli Stati Uniti (divenne ferrovia di congiunzione dei tratti fra Denver e Salt Lake City) e che ne videro l’ inesorabile decadenza con l’ avvento dell’ automobile dalla prima metà del secolo scorso, rischiando la scomparsa di linee come questa. Per fortuna nel 1998 la ferrovia è tornata in attività, per scopi turistici, collegando le 12 miglia  che separano Canyon City da Salida. Varie corse durante la giornata, anche con pranzo e cena servite a bordo, con ben 6 classi di servizio (2 sono quelle dedicate a dinner e lunch).

Il classico round-trip dura circa 2h e 30’ e il panorama è eccezionale seguendo il canyon proprio lungo il fiume Arkansas. Locomotive diesel degli anni ’50 e sia vetture “pullman” della prima metà del secolo scorso restaurate, che moderne repliche.

Nel nostro caso partenza alle 9:15 da Canyon City e rientro, dopo aver raggiunto Salida, alle 11:45.   Terminata l’escursione si riprende l’ auto e si raggiunge nuovamente SALIDA  lungo la US Highway 50 West , circa 1h di strada.  Ottima occasione per godere del distretto storico di questa cittadina del Colorado che risale al 1880 e che apre le porte alle montagne più alte dello Stato, dato che è circondata da ben 58 vette sopra i 4000 metri. Suggerita la sosta per il pranzo presso BOATHOUSE CANTINA, ristorante americano con ispirazione messicana posto lungo le rive del fiume Arkansas. Il viaggio prosegue alla volta di ALAMOSA  lungo la US 285 South e, poco prima di raggiungere la città (circa 1 h e 30’ da Salida), si effettua la visita del GREAT SAND DUNES NATIONAL PARKapprofittando della bellissima luce del tardo pomeriggio e aspettando il tramonto (fee di accesso per l’ auto 25 $) . Sono gigantesche (alte oltre 200 metri) dune di sabbia sedimentaria trasportate in questa valle dall’ acqua proveniente dalle montagne circostanti nel corso di milioni di anni. Si tratta delle dune di sabbia più grandi del Nord America e coprono una superficie di circa 80 kmq.

Soggiorno di 2 NOTTI nella vicina Alamosa presso COMFORT INN & SUITES, trattamento di solo pernottamento.

GIORNO 7 :  ALAMOSA – ANTONITO - ALAMOSA ,  60  miglia /  1h circa di guida 

In mattinata appuntamento con un’altra spettacolare Scenic Railroad,  la

RIO GRANDE SCENIC RAILROAD, un tracciato ferroviario che si snoda in altura, superando il LA VETA PASS a oltre 2800 metri, attraversando spettacolari vallate e circondato dalle vette delle Southern Rockies che superano i 4000 metri. Il tracciato ripercorre quello che era la DENVER & RIO GRANDE RAILWAY col vecchio “scartamento ridotto” dei binari, che risale al 1878, poi sostituita dalla SAN LUIS & RIO GRANDE RAILROAD (con binari a distanza standard più ampia) ;  segue la San Luis Valley, che ospita le Great Sand Dunes, e attraversa le SANGRE DE CRISTO MOUNTAINS oltrepassando il già citato La Veta Pass. Il treno è tornato in attività per scopi turistici nel 2006 dopo che, dalla metà degli anni ’50 del secolo scorso, era stato utilizzato, e sempre con minor frequenza, solo come treno merci che si ricollegava ai tracciati per Denver e Santa Fe. Si sta a bordo di vetture passeggeri storiche di fine ‘800 e inizio ‘900 , su 3 classi di servizio, inclusa una panoramica “dome” più una vettura aperta, trainate da locomotive sia a vapore (dei primi del ‘900) che diesel (degli anni ’50 /60) ma non per questo meno suggestive. Si parte (da fine Maggio a metà Settembre) da Alamosa alle 9:30 e raggiunge La Veta alle 12:30; 1h e 30’ circa di tempo per il pranzo , incluso nel biglietto, e per visitare la storica cittadina datata 1876. Il treno riparte in direzione opposta alle 14:00 con rientro a Alamosa alle 17:30.

Tempo libero per la cena e pernottamento.

 Suggerita per la cena laSAN LUIS VALLEY BRWING CO. birrificio con ottima selezione di birre locali e cucina americana classica, con anche scelta eccellenti di piatti “tex-mex”.

GIORNO 8 :  ALAMOSA - ANTONITO - PAGOSA SPRINGS, 125 miglia / 2h e 30’ circa di guida

In mattinata breve spostamento in auto su ANTONITO seguendo la Highway 285, circa 30’ minuti di strada. Qui partenza per una nuova spettacolare escursione a bordo di un treno storico che è stato anche “protagonista” in numerosi film western.  Si tratta del

CUMBRES & TOLTEC che sconfina in New Mexico per arrivare nella cittadina di CHAMA , dove terminano le 64 miglia di tracciato a “scartamento ridotto” risalente al 1880, talmente spettacolare che questa ferrovia è stata nominata NATIONAL HISTORIC LANDMARK nel 2012 e spesso citata da diverse testate turistiche come la ferrovia storica più spettacolare e scenografica d’ America.  Le locomotive a vapore sono 5,  perfettamente restaurate e risalenti ai primi anni del ‘900 mentre le vetture passeggeri sono, in alcuni casi, delle “Pullman” di fine ‘800 cha hanno conservato il loro suggestivo stile vittoriano. Il tracciato, che opera da fine Maggio alla metà di Ottobre, ha diverse possibilità di essere effettuato, anche in forma “ridotta” di mezza giornata , fermandosi nella cittadina di Osier; il percorso classico dell’ intera giornata prevede andata in pullman da Antonito a Chama e rientro in treno o viceversa. In questo caso raggiunta Antonito in auto da Alamosa, partenza alle 8:30 in pullman gran turismo per Chama, New Mexico (arrivo in circa 1h) e alle 10:00 il treno parte in direzione Colorado con arrivo su Antonito alle 16:40 circa.  3 le classi di servizio a disposizione (oltre una vettura aperta accessibile a tutti i passeggeri, “gondola car”) ; sosta a Osier per il pranzo, incluso nel biglietto, esperienza decisamente suggestiva che riporta il viaggiatore indietro nel tempo, all’ epoca d’ oro della conquista del West da parte della ferrovia. Al rientro su Antonito si riparte con l’ auto seguendo la Highway 17  direzione West che sconfina in New Mexico toccando nuovamente Chama e proseguendo poi sulla Highway 64 West che rientra in Colorado trasformandosi nella 84 fino a PAGOSA SPRINGS.

Soggiorno di 1 NOTTE  presso PAGOSA SPRINGS RESORT , solo pernottamento.

Si tratta di una delle numerose aree termali presenti in Colorado e questo resort è costruito esattamente sopra la sorgente termale geotermica più profonda al mondo che da luogo alla più importante e più numerosa concentrazione di piscine termali naturali dell’ intero Stato. Tempo libero a disposizione per iniziare a godere dei benefici effetti dell’ acqua termale; gli ospiti del resort hanno accesso riservato . Cena e pernottamento.

GIORNO 9 :  PAGOSA – DURANGO , 60 miglia / 1 h e 10’ circa di guida

In mattinata ancora possibilità di godere del centro termale di Pagosa Springs e nel primo pomeriggio viaggio in auto per Durango lungo la Statale 160 West (San Juan treet).
Arrivo in città e soggiorno di 2 NOTTI , solo pernottamento, presso lo STRATER HOTEL, vera icona cittadina dell’ ospitalità risalente al 1887.
Sistemazione nelle camere e tempo a disposizione per visitare a piedi DURANGO, graziosa cittadina che trasuda “storia del west” in ogni suo angolo. In particolare il suo downtown storico è un Nationally Registered Historic District ed è ricco di negozi, ristoranti e hotel, gallerie d’ arte e micro-birrifici artigianali.

Cena e pernottamento.

SUGGERIMENTO PER LA CENA: DERAILED POUR HOUSE  locale giovane, più un pub/wine-bar che ristorante ma che serve comunque ottimo cibo, piatti di cucina americana, tex-mex, tapas e ampia selezione di birre e cocktail. Nei week-end musica dal vivo. In alternativa, per un locale storico e forse la miglior cucina di Durango, con classici piatti della cucina americana con influenze mediterranee, suggeriamo il THE PALACE RESTAURANTun tempo ristorante dello  storico Palace Hotel, in attività per decine di anni e poi riaperto nel 1997 dopo un periodo di sospensione dell’ attività. Possibilità di cenare anche nella più informale “Tavern” che serve spettacolari hamburger.

GIORNO 10 :  DURANGO   (Durango-Silverton - Durango in treno + pullman)

E siamo giunti all’ appuntamento con un tracciato ferroviario che probabilmente va ben oltre i confini americani per fama e mito…è stato protagonista di western epici come Butch Cassidy , con Paul Newman e Robert Redford, e sicuramente è tra le attrazioni turistiche più visitate e importanti del Colorado: si tratta del DURANGO & SILVERTON NARROW GAUGE RAILROAD.  Si ripete la storia della conquista del West: praticamente Durango fu fondata nel 1880 con l’ arrivo della ferrovia (dato l’ interesse minerario nella zona)  e il tracciato per SILVERTON, altra località importante per le miniere di argento e oro, fu completato nel 1882. Si trattava del solito standard ferroviario dell’ epoca, ovvero il “narrow gauge”, scartamento ridotto dei binari, ed è quello che è rimasto operativo, quasi ininterrottamente, fino ai giorni nostri, con locomotive a vapore dei primi anni ’20 del ‘900 e vetture passeggeri anche di fine ‘800. Il tracciato di 42 miglia è stato designato come National Historic Landmark negli anni  ’60 del secolo scorso e anche come National Historic Civil Engineering Landmark per il valore ingegneristico dell’ opera che è costruita lungo stretti canyons, superando abilmente difficoltà enormi, visti i mezzi tecnici dell’ epoca.Il treno opera praticamente tutto l’ anno e d’ estate con più corse al giorno; c’ è la possibilità di effettuare l’ andata e ritorno in treno o l’ andata in treno e il rientro in pullman da Silverton (o viceversa) che è quello che suggeriamo. Partenza dalla stazione di Durango (in alta stagione estiva, dai primi di Giugno alla prima metà di Agosto) alle 8:00 , 8:45  e 9:30 con arrivo a Silverton dopo 3h e 30’ di viaggio seguendo il corso dell’ Animas River lungo canyon e strapiombi mozzafiato. Sono 4 le classi di servizio disponibili , incluse delle vetture totalmente aperte (“gondola”) per godere al meglio del panorama. Il nostro suggerimento va però sulla First Class in particolare per la vettura “Yankee Girl” del 1880, perfettamente restaurata, che da ulteriore fascino al viaggio. Arrivati a Silverton tempo a disposizione per la visita di questa cittadina western rimasta ferma nel tempo, con tipici locali e saloon per consumare un ottimo pranzo, negozi di curiosità e souvenir. Rientro a Durango alle 16:30 (ripartendo da Silverton alle 15:00 che è l’ opzione suggerita) . Tempo libero e pernottamento. 

SUGGERIMENTO PER LA CENA :   THE DIAMOND BELLE SALOONche fa parte dello Strater Hotel; ambiente storico suggestivo con il personale in costumi d’ epoca, ottima cucina americana e intrattenimento musicale live.

GIORNO 11 :  DURANGO – MESA VERDE – TELLURIDE, 160 miglia /circa 3h e 30’ di guida

Era impensabile prevedere un tour del Colorado, anche a tematica prettamente ferroviaria come in questo caso, senza fare tappa in alcune delle icone turistiche dello Stato, famose in tutto il mondo. Una di questa è sicuramente MESA VERDE, a poca distanza da Durango,  Parco Nazionale unico nel suo genere in quanto si tratta di un parco che possiamo definire “archeologico”, quindi assolutamente singolare negli Stati Uniti.

In mattinata partenza da Durango lungo la 160 West ed arrivo in poco meno di 1 ora all’ accesso del parco.  Pagato l’ accesso ( 30 $ a veicolo da Maggio-Ottobre) e ottenute le cartine dal ranger all’ingresso, si suggerisce una prima sosta al Visitor Center per tutte le informazioni necessarie; il parco è composto da diversi canyon con fitta vegetazione sulla piatta sommità (da cui il nome spagnolo “mesa verde”) e sulle pareti scoscese si trovano costruzioni in mattoni di fango e paglia, edifici imponenti anche a più piani, che sono da attribuirsi alle popolazioni ancestrali della zona, gli ANAZASI, che le hanno abbandonate (misteriosamente e pare in maniera improvvisa, ancora questo non è del tutto chiaro agli archeologi…) intorno al 1300, ben prima dell’ arrivo dei conquistadores spagnoli provenienti dal Messico. Gli edifici sono datati tra il 550-1300 circa e , oltre che visibili liberamente dall’ alto dai vari “view point” (ben segnalati sulla mappa), sono visitabili anche all’ interno con visite guidate accompagnate dai ranger e prenotabili in anticipo sul website del parco o direttamente al Visitor Center (suggerita in alta stagione la prenotazione anticipata on-line). Parco che lascia assolutamente estasiati per la sua bellezza naturalistica e al contempo “architettonico-archeologica”, avvolta ancora dal mistero per quanto riguarda la storia dei suoi abitanti.  Terminata la visita di Mesa Verde si riprende l’auto seguendo prima la 160 West e poi, dopo Cortez, la Statale 145 North che porta in poco più di 1h e 30’ fino a TELLURIDE, altro “gioiello nascosto” del Colorado (ma non troppo nascosto essendo una nota stazione sciistica dello stato…). La città, all’ interno di una valle sormontata dai picchi delle Rocky Mountains,  ha il suo centro storico designato National Historic Landmark District nel 1964 per il ruolo fondamentale che ha avuto questa ex-città minerarianella conquista dell’ “American West”.  Bellissimi edifici vittoriani, boutique, ristoranti , negozi di souvenir e gallerie d’ arte rendono piacevole trascorrere una giornata in città, anche fuori dalla stagione dello sci. 

Soggiorno  di 1 NOTTE presso NEW SHERIDAN HOTEL in solo pernottamento; hotel storico in pieno downtown che in attività fin dal 1895. Cena e pernottamento.

Suggerito per la cena l’ informale ma ottimo SMUGGLER UNION RESTAURANT & BREWERY , birrificio artigianale vincitore di diversi premi per la qualità di alcune delle sue birre e che serve ottimi hamburger e altri piatti classici della cucina americana.

GIORNO 12 :  TELLURIDE - GUNNISON - GRAND JUNCTION  180 miglia /circa 4 h di guida

Prosegue il rientro su Denver toccando alcuni degli spettacolari parchi nazionali del Colorado. In mattinata si procede lungo la Statale 145 North e poi le Highway 62 e 550 North fino a Montrose dove poi si segue la US 50 e la Statale 347 fino al BLACK CANYON OF THE GUNNISON NATIONAL PARK. Si tratta della spettacolare gola del fiume Gunnison che procede per oltre 70 km, di cui solo una porzione di circa 23 km è all’ interno del parco. La sua profondità arriva ad oltre 800 metri presso il Warner Point. Il nome “Black Canyon” deriva dal fatto che la luce penetra in alcuni punti, dove le sue pareti sono più profonde e strette, per meno di mezz’ ora al giorno; la visita, pagato l’ accesso auto di 20 $

a veicolo, si effettua in completa libertà seguendo la mappa che segnala i vari punti panoramici del South Rim. Al solito consigliata la sosta al Visitor Center per ottenere tutte le informazioni necessarie prima di effettuare il tour del parco.

Terminata la visita del Gunnison si riprende l’ auto in direzione Montrose e rientrati sulla US 50 North si prosegue fino a Grand Junction dove si seguono le indicazioni per il COLORADO NATIONAL MONUMENT , percorrendo la Monument Road. Qui si entra in

un’altra meraviglia naturale che apre le porte al Grande West Americano e ne riassume perfettamente quello che è nell’ immaginario collettivo di tutti i viaggiatori: ampi spazi, grandiosi canyon, pinnacoli di roccia arenaria rossastra che richiamano le formazioni rocciose tipiche di Utah e Arizona… Si paga l’ accesso auto di 25 $ per auto e con la solita dettagliatissima cartina dettagliata ricevuta al gate di ingresso si possono scoprire le maestose vedute del parco.

Terminata la visita si rientra sulla vicina GRAND JUNCTION , adagiata sulle rive del fiume Colorado nel punto in cui vi confluisce il Gunnison River (da cui il nome della città…).

1 NOTTE si soggiorno in città presso loSPRINGHILL SUITE by Marriott, solo pernottamento, struttura in pieno downtown cittadino da poco completamente rinnovata.

Tempo libero e pernottamento.

Per la cena suggerito il 626 ON ROOD, cucina americana moderna e rivisitata con ampia selezione di vini anche della zona, dato che Grand Junction ha una discreta produzione di ottima qualità.

GIORNO 13 :  GRAND JUNCTION – ESTES   PARK , 290 miglia /circa 5 h e 30’ di guida

Giornata di trasferimento verso il cuore delle Rocky Mountains seguendo la Interstate I-70 East (partenza la mattina presto per arrivare nel primo pomeriggio) ; suggerita la sosta per il pranzo a IDAHO SPRINGS, una delle piacevoli e storiche “small town” dello stato, un tempo città mineraria oggi nota per le sorgenti termali geotermiche e le attività outdoor praticabili nella zona.  Sicuramente un classico in città è lo SMOKINYARDS BBQ, locale con tavoli all’ aperto noto per il suo impareggiabile barbecue. Ripreso il cammino si segue la Statale 119 North e poi la 72 (“Peak to Peak Highway”) che si inerpica tra le montagne fino a ESTES PARK, porta di accesso per il ROCKY MOUNTAIN NATIONAL PARK .

Soggiorno di 1 NOTTE , solo pernottamento, presso STONE BROOK RESORT , lodge immerso nella natura delle Rokies a 5 minuti dal centro di Estes Park.

Tempo libero per iniziare l’ esplorazione del parco (accesso auto  35 $) e godere dei suoi scenari mozzafiato su alcune delle vette più alte d’ America, molte delle quali sopra i 4000 metri, tra cui svetta il Longs Peak , 4346 metri.

Pernottamento al lodge.

Per la cena suggeritoSEASONED, AN AMERICAN BISTRO’piccolo ristorante emergente , atmosfera accogliente, ottimi piatti di cucina americana leggermente rielaborati e un po’  “New England style” che fa capire la provenienza del titolare…

GIORNO 14 :  ESTES   PARK- DENVER  INTL. AIRPORT ,  75 miglia /circa 1 h e 20’ di guida

Mattina a disposizione per le ultime visite del parco e successivo trasferimento in auto al Denver International Airport seguendo la US 36 East, la Interstate I-25 e la Northwest Parkway. Riconsegna del veicolo presso l’ ufficio aeroportuale di Hertz e check-in per il volo intercontinentale verso hub europeo con connessione finale per l’ Italia (arrivo il giorno successivo).

 

Prezzo a persona del viaggio in camera doppia:

a partire da 2490 EURO

Il prezzo comprende: tutto quanto indicato nel programma, ovvero auto a noleggio, le notti in camera doppia nelle sistemazioni indicate con trattamento di solo pernottamento e assicurazione medico bagaglio di base (10.000 Euro copertura medica/1000 Euro bagaglio), i biglietti per tutte le escursioni in treno indicate in classe intermedia/superiore (parlor/ club/ deluxe/ first; la denominazione varia in base alla tipologia di treno).

Il prezzo NON comprende : tutto quanto non espressamente indicato nel programma come i voli dall’ Italia, gli ingressi ai parchi, musei e monumenti, i pasti (se non già inclusi nell’ escursione), altre escursioni non menzionate e eventuale assicurazione annullamento (consigliata e stipulabile tramite Blueteam)

Si ringrazia l’ Ente di Promozione Turistica di DENVER , rappresentato in Italia da        Thema Srl - Milano  tel. +39 02 33105841

 

 

    

 

 

Scheda tecnica

Dove
Stati Uniti
Come
Fly & Drive, Tour
Chi
Amici in vacanza, Coppie, Famiglia, Gruppi, Single, Studenti, Terza età
Durata
Da 11 a 16 giorni
Perchè
Avventura, Cultura, Divertimento, Natura
Sistemazione
Sistemazione come da programma
Quando
Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre
Servizi inclusi
Assicurazione assistenza spese mediche/bagaglio, Noleggio mezzo, Trasferimenti come da programma, Trattamento come da programma
info Scrivici per informazioni
(Es.: 31/05/1970)


Verrai contattato dall'agenzia selezionata


© 2018 - Be Travel - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel è parte di ACI Blueteam S.P.A.