QR / Be Travel

Alla scopeta dell'Etiopia Classica

Un viaggio unico tra le splendide testimonianze della grande civiltà etiope, tra chiese monolitiche e castelli, inseriti nei maestosi paesaggi del Nilo Azzurro, dell’altopiano centrale e del Tigray con le sue suggestive chiese rupestri.
  • Attenzione: la presente scheda rappresenta un’idea e non un’offerta di viaggio.
La quota riportata, se non diversamente specificato, si riferisce a sistemazione su base doppia ed è soggetta a possibili variazioni a seconda della disponibilità e del periodo desiderato. Attenzione: la presente scheda rappresenta un’idea e non un’offerta di viaggio. La quota riportata, se non diversamente specificato, si riferisce a sistemazione su base doppia ed è soggetta a possibili variazioni a seconda della disponibilità e del periodo desiderato.
  • Trattandosi di quota “a partire da”, è puramente indicativa del prezzo più basso riportato da catalogo e non necessariamente riferita ad un periodo indicato utilizzando i filtri di ricerca.
Per una quotazione aggiornata vi preghiamo di contattarci usando il form sotto riportato. Trattandosi di quota “a partire da”, è puramente indicativa del prezzo più basso riportato da catalogo e non necessariamente riferita ad un periodo indicato utilizzando i filtri di ricerca. Per una quotazione aggiornata vi preghiamo di contattarci usando il form sotto riportato.
Itinerario Giornaliero


 
1° giorno
Italia/ Addis Abeba
Partenza in serata con volo di linea per Addis Abeba. Pasto e pernottamento a bordo.

2° giorno
Addis Abeba
Arrivo ed inizio della visita della capitale, situata a circa 2400 metri sul livello del mare e terza città più grande del continente africano: visita del Museo Nazionale, interessante per i reperti sabei ma soprattutto per Lucy, il piccolo scheletro ritrovato negli anni '70 nella valle dell'Awash e appartenente ad un ominide vissuto tre milioni e mezzo circa di anni fa. Si prosegue con il Museo Etnografico, situato nell'edificio della casa imperiale di Hailé Selassié; infine, dopo una sosta alla chiesa di San Giorgio, si sale al Monte Entoto, per godere dello spettacolo della città vista dall’alto. Seconda colazione in corso di visite. Cena e pernottamento in hotel.

3° giorno
Addis Abeba/ Bahar Dar
Dopo la prima colazione, trasferimento in aeroporto per il volo di linea su Bahar Dar, la più grande e importante città della regione Amhar. In mattinata escursione in barca sul lago Tana. Lungo le rive del lago e sulle sue isolette, sorgono circa 20 chiese monastiche, la maggior parte delle quali sono state fondate intorno al XIV secolo. Durante l’escursione si visiteranno i monasteri che sorgono sulla penisola di Zege, Ura Kidane Mehret e Azwa Maryam. Ura Kidane Mehret è forse la più bella chiesa di tutta la penisola con le sue pareti decorate da una moltitudine di affreschi eseguiti tra i 100 e i 250 anni fa. Nel piccolo museo si possono ammirare alcune antiche corone, tesori e bibbie miniate con copertina in pelle. Rientro a Bahar Dar per la seconda colazione. Nel pomeriggio si parte per la visita delle cascate del Nilo Azzurro. Lungo il percorso a piedi di 30 minuti circa che conduce alle cascate, si potranno osservare numerose specie di uccelli e la rigogliosa natura circostante, nata dal microclima che le acque possenti in caduta hanno creato. Rientro in hotel per cena e pernottamento.
4° giorno
Bahar Dar/ Gondar
Prima colazione. Si parte per Gondar, dove si arriverà in tarda mattinata. Sistemazione in hotel e pranzo. Gondar, fondata nel 1635 dall’imperatore Fasilidas, è stata per 250 anni la capitale dell’impero ed è famosa per i suoi palazzi e castelli e per la chiesa di Debre Birhan Selassie. La visita inizia con il Recinto Imperiale (Fasil Ghebbi) che sorge nel cuore della città moderna. Questo complesso ospita sei castelli e numerose altre piccole strutture. Il castello più importante è quello costruito dall’imperatore Fasilidas nel 1640 e successivamente ristrutturato dall’UNESCO; è costruito in pietra e vanta una combinazione di architetture portoghesi, axumite e indiane. Si prosegue con la chiesa di Debre Bhiran Selassiè, la più importante della città: al suo interno si può ammirare la cupola, decorata con pitture raffiguranti 80 visi di cherubini, e numerose altre pitture sacre lungo le pareti ottimamente conservate. Si raggiungono i bagni dell’imperatore che si trovano poco distanti dal centro città e sono attorniati da una cinta di mura che racchiude sei torrette e alcuni edifici che erano la seconda residenza dell’imperatore. Si procede poi per il complesso di Kuskuam costruito nel 1730. Ora il complesso è in rovina, ma vi è ancora la possibilità di intravedere alcune stanze del palazzo imperiale. Rientro in hotel per cena e pernottamento.

5° giorno
Gondar/ Lalibela
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e volo per Lalibela, il luogo più spettacolare e mistico dell’Etiopia. Anticamente il suo nome era Roha e, secondo la leggenda, intorno al XII-XIII secolo il re Lalibela iniziò la costruzione delle straordinarie chiese monolitiche che dovevano fare della capitale una seconda Gerusalemme. Seconda colazione. Nel pomeriggio visita al primo gruppo di chiese. Le varie chiese furono costruite utilizzando due diversi metodi; il primo consisteva nello scavare il terreno circostante fino ad una profondità di 15 metri, poi, il monolito che ne risultava, veniva intagliato e modellato per costruirne la struttura esterna. Terminata la parte esterna si traforavano finestre e porte attraverso le quali si procedeva a scavare e a configurare gli ambienti interni. Cena e pernottamento in hotel.

6° giorno
Lalibela
Prima colazione. Partenza per visitare Nakuto Leab e Genete Mariam. La prima chiesa fu costruita sotto una grotta naturale e vanta alcuni tesori che appartenevano al suo fondatore, fra cui tamburi dipinti, croci e corone. La seconda risale al XIII secolo, scavata su una collina rocciosa e, a differenza delle chiese di Lalibela, non è nascosta nel terreno. Rientro in hotel per il pranzo. Nel pomeriggio visita del secondo gruppo di chiese. La seconda modalità di costruzione era più simile a quella di tutte le chiese rupestri del Tigray e consisteva nello scavare una parete verticale di roccia utilizzando cavità e grotte preesistenti. Si visiteranno, tra le altre, la chiesa ipogea e cruciforme di San Giorgio, la chiesa di Beta Maryam con gli stupendi affreschi e l’imponente Beta Medhane Alem. Le chiese sono comunicanti, cunicoli e passaggi scavati nella roccia le collegano una all’altra. Cena e pernottamento in hotel.

7° giorno
Lalibela/ Axum
Prima colazione. In mattinata trasferimento in aeroporto e partenza con volo per Axum: è una città leggendaria e prima capitale del paese. Da qui mosse la regina di Saba alla volta di Gerusalemme e qui sembra sia custodita l’Arca dell’Alleanza rubata dal figlio Menelik. Visita della città che conserva ricordi epici del suo passato: le tombe del Re Kaleb e del figlio Meskel, poste su un promontorio che domina la piana della catena montagnosa di Adua; il Parco delle Steli con i suoi monoliti grezzi o scolpiti, eretti o crollati; la tomba del Re Remhai; le rovine del Palazzo della Regina di Saba; la Chiesa Di Mariam di Zion, nella cui vicina cappella è custodita, secondo la credenza dei fedeli, l'arca dell'alleanza trafugata a Gerusalemme. Seconda colazione. Cena e pernottamento in hotel.

8° giorno
Axum/ Makalle
Prima colazione. Partenza di buon mattino alla volta di Makalle. Lungo la strada si visita Yeha, la prima capitale dell’impero axumita con il suo Tempio della Luna, un edificio di culto pre-cristiano alto 12 metri, che risale all’incirca all’VIII secolo a. C. Nel piccolo museo dell’adiacente chiesa di Abuna Aftse si possono ammirare reperti antichissimi quali una collezione di iscrizioni su pietra in lingua sabea, croci in oro e argento, manuali risalenti a centinaia di anni fa e alcuni manoscritti miniati. Seconda colazione a pic-nic. La giornata prosegue con la visita di Medhani Alem Adi Kesho, una delle chiese rupestri più antiche e belle del Tigray, famosa per i suoi dettagli architettonici, in particolare per il soffitto a cassettoni arricchito da intagli e rilievi. Arrivo a Makalle nel tardo pomeriggio. Cena e pernottamento in hotel.

9° giorno

Makalle
Prima colazione. Gionata dedicata alla visita delle chiede del Tigray; si inizia con Debre Tsion Abraham. Per raggiungere la chiesa si effettuerà una camminata di circa un’ora e, una volta giunti, si potrà ammirare questo interessante edificio datato al XIV secolo e decorato con raffigurazioni tratte dall’Antico Testamento. Seconda colazione. La giornata continua con la visita di Abraha Atsbeha, una delle chiese più belle della regione, famosa per il suo soffitto intagliato supportato da 13 grandi pilastri e molti archi superbamente decorati. Sono presenti all’interno della struttura cruciforme tre Santuari dedicati rispettivamente ai Santi Gabriele, Michele e Maria. Fra i tanti tesori che la chiesa vanta, il più importante è la croce manuale appartenuta al primo vescovo d’Etiopia, Abuna Salama. Rientro a Makalle. Cena e pernottamento in hotel.

10° giorno
Makalle/ Addis Abeba
Prima colazione. In mattinata trasferimento in aeroporto e volo per Addis Abeba. Seconda colazione. Tempo a disposizione per gli ultimi acquisti. Cena in ristorante tipico e in tarda serata trasferimento all’aeroporto.

11° giorno
Italia
Partenza con volo di linea per l’Italia. Pernottamento a bordo. Arrivo in prima mattinata.








Scheda tecnica

Dove
Etiopia
Come
Tour, Pacchetto Volo + Soggiorno
Chi
Amici in vacanza, Coppie, Famiglia, Gruppi, Sposi
Durata
Da 6 a 11 giorni
Perchè
Relax, Avventura, Cultura, Divertimento, Natura
Sistemazione
Sistemazione come da programma
Quando
Febbraio, Marzo, Aprile, Maggio, Giugno, Luglio, Agosto, Settembre, Ottobre, Novembre, Dicembre, Gennaio
Servizi inclusi
Visite guidate/Escursioni, Voli dall'Italia, Trattamento come da programma
info Scrivici per informazioni
(Es.: 31/05/1970)


Verrai contattato dall'agenzia selezionata


© 2018 - Be Travel - Design and Powered by BluMade - All rights reserved | Be Travel è parte di Blueteam Travel Group